Premi Oscar: rumors sulla doppia nomination per Kelly Mantle

Voci confermano che Mantle, attrice e artista poliedrica, sarà candidata sia per la categoria maschile sia per quella femminile

Premi Oscar: rumors sulla doppia nomination per Kelly Mantle

Kelly Mantle, attrice genderfluid, musicista, commediante e drag, che abbiamo potuto conoscere nella sesta stagione del format RuPaul’s Drag, concorrerà per ben due categorie degli Academy Awards: sia quella maschile che quella femminile. Il film di cui fa parte, Confessions of a Womanizer, è una pellicola indipendente in cui  i produttori del film hanno ricercato nella stessa figura professionale sia l’attore non protagonista che “l’attrice di supporto”, considerando quindi Kelly Mantle.

Fino ad ora ruoli attoriali riguardanti personaggi transessuali o genderfluid sono stati affidati a John Lithgow, con “The World According to Garp”, Hillary Swank, con “Boys Don’tCry” e  Eddie Redmayne, in “The Danish Girl”. Vi è un unico caso di una nomination all’Oscar per un ruolo attoriale con cambio di  genere: Linda Hunt, che ha vinto il premio attrice di supporto per aver interpretato  un nano di sesso maschile in “Un anno vissuto pericolosamente”. Kelly Mantle si aggiudica così il primato per essere candidata alla nomination sia per il titolo maschile che per quello femminile.

Il film Confessions of a Womanizer racconta la storia dell’arrogante Richie (Andrew Lawrence), che stringe un’amicizia con Ginger (Mantle), una prostituta transessuale. La pellicola ha vinto premi da eventi, tra i quali la High Desert, il Los Angeles Underground e il Tupelo film festival. Il regista e scrittore Miguel Ali ha confermato la notizia e si è detto piacevolmente colpito dalla doppia candidatura di Kelly Mantle e ha riferito «Con l’Academy Awards hanno confermato che Kelly Mantle sarà presa in considerazione sia per l’oscar come miglior attore che miglior attrice non protagonista per il suo ruolo in Confessions of a Womanizer. Questo è un forte riconoscimento della sua identità androgina. Per quanto so, questa è la prima volta nella storia degli Awards che una persona sarà considerata per un Oscar in entrambe le categorie di genere. Spero che Kelly ottenga le nominations. Indipendentemente da ciò, stiamo puntando i riflettori sulla nostra comunità androgina e transgender. Sono grato per il percorso che è già stato intagliato da film come Tangerine e altri contendenti all’Oscar – Alla fine di gennaio, quando le nomination degli oscar saranno rese pubbliche, finalmente sapremo se Kelly ha realmente ricoperto un ruolo di fondamentale importanza per la comunità lgbt».

Per guardare il trailer di Confessions of a Womanizer clicca qui